Tag Archives: science education

The right to science education

naturalmenteA philosophical reflection on science education taking off from the Convention on the Rights of the Child realizes that the right to education cannot but translate also into a right to scientific training. This article aims to deepen this idea and to making it concrete. First, a tradition of thought that poses the nature of science as an object of experimentation and learning is sketched out. Such tradition happily meets with the idea of scientific citizenship, establishing the priorities of a genuine science education. Major tool of an education to the nature of science is the science-themed laboratory, a not-too-much guided experience. In its apparent simplicity, all the complexity of scientific activity and its objects is played out. The example is given of a laboratory about evolution complete with the answers provided by a group of 13-years-old participants. Here, dychotomies like “continuous vs. discrete” or “branching vs. linear” are all but simplified: they are put into play to open up a science education towards responsibility, just in the spirit of the Convention.

READ FULLTEXT HERE


Look for it in the Publications page (with additional links):

Serrelli E (2012). Il diritto a una formazione scientifica. Naturalmente Website – Sezione Istruzione/Formazione, November. [http://hdl.handle.net/10281/39793]

Empathy towards the “living planet”: a knowledge paradox in the Anthropocene?

I paradossi di Gaia [Gaia’s paradoxes]

The paradoxes of Gaia for education in the anthropocene
Gaia – EARTH DAY by Alice Popkorn
Starting picture + Goddess by Marcus Ranum

Abstract: Empathy towards planet Earth seems to be the crux of an education paradox in the anthropocene, well exemplified by the story of “Gaia” in the scientific community and in the global society. The image of the world as a living being is probably as old as our species. Ancient views based on Mother Earth have been providing the narrative framework for education in many cultures for thousands years, and some aspects are somehow retraced in today’s sustainability education, although with different nuances and metaphysical assumptions. Around 1970, the idea of Earth as an organism was named “Gaia” and filled with scientific content by James Lovelock. He pointed out signatures of global processes thereby, he argued, the biosphere participates into planetary self-regulation around optimal conditions, just like in the physiology of a giant organism. In the scientific community Gaia would have troubled fortune: as a “hypothesis” or “theory” it was afflicted by serious and insistent objections, and it never got to be acknowledged. At the same time, for the public Gaia never ceased to be terribly attractive. Indeed, its communication effectiveness was emphasized by its advocates, who pointed out its educational potential in sensitizing people to care for the planet. But these aspects, too, were seen negatively by critics: the ‘homeostatic’ properties of Gaia would rather play in favor of passive attitudes and of economic interests of impacting and polluting companies; moreover, the organismal nature of Gaia would stimulate mystical views, ‘pagan religions’, and ultimately an anti-scientific mindset. The solution to this paradox should perhaps be sought in the double direction of reconsidering some human dimensions of scientific work and of setting up scientific education more coherent with the “Nature of Science” in the Anthropocene.

Event: Biodiversità ed estensione dell’empatia [Biodiversity and empathy extension]

The meeting aims to contribute to probe the foundations of an ethical approach to biodiversity and of human responsibility upon the non-human, through a reflection on those long-term transformations of science, society, and philosophical self-representation that have modified the horizon of human relations.
Since the 1960s, the ecological urgency has strongly pushed towards an assumption of responsibility towards the environment. In those years, science itself had warned about climate change and vertiginous biodiversity reduction that are now seen to characterize the current epoch, the “anthropocene”. An integrated reflection on biodiversity arose, capable of overcoming the boundaries of Modern philosophical anthropology, and situating humans into a system of relationships and interdependencies embracing non-human forms–from other living beings to abiotic environmental factors. The peculiar ability of broadening the horizon of empathic experience beyond mirroring seems to be rooted in massive developments of neuroscientific knowledge and technology, as well as in the cognitive and affective construction of our species. A discussion on evolution (natural and socio-cultural) and a renewed reflection on the very concept of human nature are therefore necessary. Just at the peak of science and technology’s manipulative power upon living nature, some authors glimpse the rise of a new opportunity: that of an empathic “age” or “civilization” (Rifkin 2010, De Waal 2010), where relatioships with different forms of “otherness” are managed in an inclusive and relational way.

Other speakers: S. Caianiello (chair), A. Minelli, L. Fogassi, C. Morabito & G. Galloni, G. Fiorito, U. Leone.

Organization: L’evento è organizzato con i fondi del Progetto PRIN 2010-2011 “Ethos e Natura. Modelli storici, problemi teorici e questioni metodologiche”, cofinanziato dal MIUR. Coordinatore nazionale: Prof. Franco Biasutti (Unità di ricerca di Catania, coordinata da G. Bentivegna, su “L’agire morale tra natura e cultura. Lineamenti storiografici e riflessioni teoriche”). Con la collaborazione dell’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del C.N.R., (nel contesto del ciclo “Osservatorio sui saperi umanistici”) e del Centro Interuniversitario “Res Viva”. Inserita nel programma del Dottorato di Filosofia della Federico II (in particolare curriculum di bioetica).


Look for it in the Talks page (with additional links):

2015, Feb 4 (h.9:00) – “Biodiversità ed estensione dell’empatia”, org. by Istituto per la Storia del Pensiero Filosofico e Scientifico Moderno (ISPF), C.N.R., Sezione di Filosofia del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Napoli “Federico II”, Naples, IT: I paradossi di Gaia. Conference talk.

Narrazione: Scienze, Metodi e Poetiche (specialization course, 2nd edition)

I teach in this specialization course at the University of Milano Bicocca. Look for more information on Academia.edu.

narrazione attenti al gufoPresentazione

Il corso si rivolge a tutti coloro che intendano approfondire nello studio e soprattutto nella pratica, ovvero nell’esperienza, gli aspetti formativi della narrazione nei suoi risvolti riflessivi, progettuali e prospettivi ma soprattutto operativi.

Il corso si propone di formare esperti in grado di padroneggiare e progettare il potenziale educativo e multidisciplinare della narrazione, sia all’interno delle consuete prassi educative e scolastiche, sia nelle ideazioni, progettazioni e realizzazioni di percorsi laboratoriali e di formazione che abbiano come metodologia preferenziale quella di tipo narrativo.

Le scienze della narrazione

In tal senso, il corso svilupperà il tema della possibilità narrativa in chiave interdisciplinare, accogliendo al suo interno esperti di discipline le più diverse, per poter esplorare la “narrazione” con lenti ora pedagogiche, ora letterarie, psicanalitiche, sociologiche, biologiche, terapeutiche, antropologiche, giornalistiche…

Verranno presentate le prospettive di chi fa della narrazione uno strumento o un ambiente di marketing, di vendita, di comunicazione; i partecipanti incontreranno docenti del mondo accademico ma anche esperti e professionisti della comunicazione, di altre culture, esploratori dell’elemento narrativo inteso anche come testualità del quotidiano, della sfera religiosa, artistica, cinematografica, teatrale, museale, fotografica, fino alle più recenti attenzioni e declinazioni del giornalismo in chiave biografica e dell’attenzione anche politica al valore delle “storie”.

I metodi e le poetiche della narrazione

Il corso esplorerà le declinazioni della narrazione attraversando la fotografia, il cinema, il teatro, il testo filosofico, il dialogo e la conversazione, il testo narrativo, epistolare, poetico, su web o altri supporti, i linguaggi e le modalità communicative e narrative dei mass media.

La proposta formativa si connota e si esplica in generi narrativi e soprattutto nel concetto e nelle forme della trama, che diviene un’esperienza di apprendimento, di espressione estetica, ma soprattutto una possibilità di visione e di risignificazione.

Obiettivi formativi e professionalizzanti

Il corso si rivolge a coloro che intendano attraversare in modo approfondito il territorio narrativo, per apprendere ed affinare un sapere connessionale che accoglie la grande complessità dei paradigmi del racconto. In termini professionali, i partecipanti al corso acquisiranno i codici per leggere il narrativo, nonché gli strumenti per crearlo, costruendo per sé una competenza assimilabile al sempre più attuale e cogente concetto di narratività capitalizzabile.

Segreteria didattica

Per informazioni sul corso è possibile scrivere all’indirizzo narrazione@unimib.it.

È inoltre possibile prendere appuntamento per un colloquio con la direttrice scientifica del corso di perfezionamento, dott.ssa Emanuela Mancino

Sede del corso

Il corso si svolgerà interamente presso il Centro di Alta Formazione Universiscuola – Villa Di Breme – Forno – via Martinelli 23, Cinisello Balsamo (MI).

Language and Imagination in Teaching Education

I am interviewed by Manuela Campanelli in the online version of the important Italian national newspaper, Corriere.it, February 19, 2014.

Article title: “I ragazzi e i misteri dell’evoluzione «È un po’ come i Pokemon?» Usare i linguaggi e l’immaginazione dei più giovani per avvicinarli nel modo corretto a concetti scientifici complessi“.

Read it on Academia.

Evo-comix

“Evo-comix” talk by Marcello Sala and Emanuele Serrelli, at the 2014 Darwin Day, February 12 @ Museo di Storia Naturale, Milan.

Date/Time:
Wed, February 12, 2014
9:00 AM
Location:
Museo di Storia Naturale di Milano
Corso Venezia 55
Milano

Details:

Evolution is everywhere. Do we actually realize it? Can we distinguish its effects? Can we realize the complexity of its ways? The Darwin Day this year takes us behind the scenes of evolution, to find out how research transforms itself and merge into a variety of representations around us from the daily work of museum curators to science fiction books, movies and comics.

PROGRAMMA

ore 9.00
Indirizzi di saluto
Filippo del Corno ASSESSORE ALLA CULTURA COMUNE DI MILANO
Domenico Piraina DIRETTORE POLO MOSTRE E MUSEI SCIENTIFICI

ore 9.30
Il cinema e Darwin
Elena Canadelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

ore 10.00
Letteratura ed evoluzione
Andrea Varani CENTRO FILIPPO BUONARROTI

ore 10.30
Evo-comix
Emanuele Serrelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MILANO BICOCCA / PIKAIA
Marcello Sala SCIENZA UNDER 18

ore 11.00
Fantascienza ed evoluzione
Daniele Barbieri FORMATORE
Moderatori:
Maurizio Casiraghi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MILANO BICOCCA / SIBE
Enrica Torretta LICEO CARDUCCI, MILANO
SALE ESPOSITIVE

ore 11.45, ore 12.15 e ore 12.45
Conservatori e ricercatori incontrano il pubblico
15 minuti di…

  • SALA 7 – I dinosauri che presero il volo
    Cristano Dal Sasso MSNM
  • SALA 9 – Cosa non è l’evoluzione umana
    Anna Alessandrello MSNM
  • SALA 10 – Conchiglia addio…voglio nuotare
    Monica Leonardi MSNM
  • SALA 13 – Lucrezia Borgia chi? Il veleno degli anfibi e dei
    rettili
    Stefano Scali MSNM
  • SALA 14 – La saga dei vegetali
    Gabriele Galasso MSNM
  • SALA 18 – Ossa ed evoluzione
    Giorgio Bardelli e Michela Podestà MSNM
    SALA CONFERENZE

ore 14.30
Comunicare la scienza
Silvia Bencivelli GIORNALISTA SCIENTIFICO
Marco Ferrari GIORNALISTA SCIENTIFICO
Moderatore:
Marco Ferraguti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO / SIBE

ore 15.15
Ipse dixit: la rivincita di Aristotele
Alfredo Castelli GIORNALISTA E SCENEGGIATORE DI FUMETTI
Moderatore: Giorgio Chiozzi MSNM
SALE ESPOSITIVE

ore 16.15, ore 16.45 e ore 17.15
Conservatori e ricercatori incontrano il pubblico
15 minuti di…

  • SALA 8 – Il bello dell’evoluzione
    Giorgio Teruzzi e Alessandro Garassino MSNM
  • SALA 9 – Narrazione del futuro
    Daniele Barbieri FORMATORE
  • SALA 11 – Piccolo mondo antico: gli insetti dalle origini a oggi
    Fabrizio Rigato, Michele Zilioli, Maurizio Pavesi MSNM
  • SALA 12 – Barriera corallina
    Maurizio Casiraghi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MILANO BICOCCA / SIBE
    Francesca Benzoni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MILANO BICOCCA
  • SALA 16 – Il Dodo: fantasia e realtà di un uccello “quasi” mitico
    Giorgio Chiozzi MSNM
    SALA CONFERENZE

ore 17.45
IL GRANDE RACCONTO DELL’EVOLUZIONE UMANA
Giorgio Manzi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA
Presentano:
Giovanni Caprara GIORNALISTA RCS
Anna Alessandrello MSNM


Look for it in the Talks page (with additional links):

2014, Feb 12 (h.10:30) – Centro Filippo Buonarroti, Natural History Museum, Milan, IT: Evo-comix. With Marcello Sala. Talk.

http://www.slideshare.net/eserrelli/evocomix

http://darwinday.org/events/darwinday2014_msnm/

Narrazione: Scienze, Metodi e Poetiche (specialization course, 1st edition)

attenti al gufo narrazioneI am teacher in this specialization course, academic year 2013/2014: corso di perfezionamento in Scienze, metodi e poetiche della narrazione, organizzato dal Dipartimento di Scienze Umane per la formazione Riccardo Massa, dell’Università di Milano – Bicocca.

Presentazione

Il corso si rivolge a tutti coloro che intendano approfondire nello studio e soprattutto nella pratica, ovvero nell’esperienza, gli aspetti formativi della narrazione nei suoi risvolti riflessivi, progettuali e prospettivi ma soprattutto operativi.

Il corso si propone di formare esperti in grado di padroneggiare e progettare il potenziale educativo e multidisciplinare della narrazione, sia all’interno delle consuete prassi educative e scolastiche, sia nelle ideazioni, progettazioni e realizzazioni di percorsi laboratoriali e di formazione che abbiano come metodologia preferenziale quella di tipo narrativo.

Le scienze della narrazione

In tal senso, il corso svilupperà il tema della possibilità narrativa in chiave interdisciplinare, accogliendo al suo interno esperti di discipline le più diverse, per poter esplorare la “narrazione” con lenti ora pedagogiche, ora letterarie, psicanalitiche, sociologiche, biologiche, terapeutiche, antropologiche, giornalistiche…

Verranno presentate le prospettive di chi fa della narrazione uno strumento o un ambiente di marketing, di vendita, di comunicazione; i partecipanti incontreranno docenti del mondo accademico ma anche esperti e professionisti della comunicazione, di altre culture, esploratori dell’elemento narrativo inteso anche come testualità del quotidiano, della sfera religiosa, artistica, cinematografica, teatrale, museale, fotografica, fino alle più recenti attenzioni e declinazioni del giornalismo in chiave biografica e dell’attenzione anche politica al valore delle “storie”.

I metodi e le poetiche della narrazione

Il corso esplorerà le declinazioni della narrazione attraversando la fotografia, il cinema, il teatro, il testo filosofico, il dialogo e la conversazione, il testo narrativo, epistolare, poetico, su web o altri supporti, i linguaggi e le modalità communicative e narrative dei mass media.

La proposta formativa si connota e si esplica in generi narrativi e soprattutto nel concetto e nelle forme della trama, che diviene un’esperienza di apprendimento, di espressione estetica, ma soprattutto una possibilità di visione e di risignificazione.

Obiettivi formativi e professionalizzanti

Il corso si rivolge a coloro che intendano attraversare in modo approfondito il territorio narrativo, per apprendere ed affinare un sapere connessionale che accoglie la grande complessità dei paradigmi del racconto. In termini professionali, i partecipanti al corso acquisiranno i codici per leggere il narrativo, nonché gli strumenti per crearlo, costruendo per sé una competenza assimilabile al sempre più attuale e cogente concetto di narratività capitalizzabile.

Sede del corso

Il corso si svolgerà interamente presso il Centro di Alta Formazione Universiscuola – Villa Di Breme – Forno – via Martinelli 23, Cinisello Balsamo (MI).

Evolution: all in the family

MMT_Volantino A5_fronteLook for this teaching material on Academia.edu.

La vita sulla Terra è una grande famiglia allargata. Noi esseri umani siamo davvero imparentati non soltanto con ogni essere vivente del mondo, ma anche con ogni essere mai vissuto sulla Terra. Lo stand “Evoluzione: tutti in famiglia” dà la possibilità a ogni visitatore di scegliere un organismo appartenente a una specie che preferisce, sedersi e calcolare il “grado di cuginanza” che lo collega a sé. Il calcolo si esegue seguendo semplici istruzioni riportate sulla scheda “do it yourself”. Le istruzioni comprendono la ricerca di alcune semplici informazioni su Internet. Al termine della ricerca, che dura pochi minuti, il visitatore riceve un “certificato di cuginanza” stampato al momento. Grazie a un’estrazione a premi al termine della giornata, poi, pochi fortunati tra tutti i partecipanti possono vincere una delle magliette “Evolution: all in the family”.

Evo-poster-small
La metodologia utilizzata si basa sul conteggio del numero approssimativo di generazioni umane e non-umane trascorse dall’epoca dell’antenato comune. È esattamente come calcolare una genealogia standard, però estesa oltre le generazioni umane, alle migliaia e milioni di generazioni del resto del mondo vivente. Lo stand è dotato di una grande e colorata immagine dell’albero della vita, che serve sia da attrattiva per i visitatori, sia da mappa per impostare il conteggio delle generazioni.
Lo stand è realizzato in collaborazione con “Evogeneao – Teaching evolution through life’s genealogy” (Medford, Oregon, U.S.A.). Con l’occasione, si realizzerà una traduzione in italiano e una messa online dei testi didattici del sito http://www.evogeneao.com/, con menzione dell’Università di Milano Bicocca e di MEETmeTONIGHT.


Look for it in the Talks page (with additional links):

2013, Sep 27 (h.10-24) – MeetMeTonight – Faccia a faccia con la ricerca, The Universities of Milan, IT: Evoluzione: tutti in famiglia. With Marcello Sala. Lab.

http://www.evogeneao.com

Active Training Apprenticeships for Mathematics and Physics School Teachers

tirocinio-formativo-attivo-secondo-cicloIn a.y. 2012/2013 I have taught a laboratory in the new Italian teachers training course for high school teachers, subject areas 47 (mathematics) e 49 (mathematics and physics).

To know more about this course and its institutional problems see, for example, this article on the University of Torino’s journal Rivista di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne, or this document of the European Parliament.

Some of the teaching materials I used are on Academia.edu.

Biological Evolution on Display

Elisabetta Falchetti thanks me in her paper:

Falchetti EM (2012). Biological Evolution on Display: an Approach to Evolutionary Issues Through a Museum. Evolution: Education and Outreach 5(1):104-122. DOI 10.1007/s12052-012-0396-z.

“A special thanks to Emanuele Serrelli for his precious critical revision of the manuscript” (p. 121).

Thanks to Elisabetta for her great work and for acknowledging me.

Continue reading Biological Evolution on Display

Evolution Symposium Scienza Under 18 Mantova

IMG_2423

This symposium on evolution, with about a hundred middle-school kids, included a laboratory activity: they split in subgroups with teachers, and worked out evolutionary hypotheses. Then they presented their hypotheses in plenary session. I opened with some thoughts on evolution, and closed with an extensive commentary of their hypotheses. The symposium took place in the wonderful frame of Abbazia di San Benedetto in Polirone, San Benedetto Po, Mantova.

“La scienza dei ragazzi”, one week later, was an interactive evening lecture with about a hundred kids from the middle schools. I chose Darwinius masillae as a case for posing questions and for simulating the inquiry method with kids.

Thanks especially to prof. Franca Lasagna for her great friendship!


Look for it in the Talks page (with additional links):

2009, May 15 (h.AM) – Scienza Under 18, Mantova, IT: Evolution. Symposium.